Scarpe O bag

O shoes e O slippers le ciabattine O bag tutte rigorosamente in Materiale XL EXTRALIGHT®
Coloratissime e divertenti, ma sopratutto comode!

O shoesO slippers

O shoes oppure O slippers, tu quale preferisci?

Scegli il colore che preferisci

Once upon a time, there were... O shoes!

La storia della scarpa è vecchia quanto quella dell’uomo. La prima testimonianza, dei dipinti rupestri spagnoli, risale a circa 15.000 anni fa. Erano scarpe ben lontane dalle comode e colorate scarpe O bag: per lo più, a quel tempo, erano fatte di pelli non conciate e legate al piede tramite lacci, un po’ come alcuni sandali che vedi passeggiando le prime domeniche primaverili nella piazza della tua città. Scherziamo, anzi, rimaniamo sempre meravigliati dai progressi che l’essere umano compie in periodi più (o meno) lunghi. Siamo passati dalle calzature decorate dei babilonesi ai sandali ‘status symbol’ dei romani, dall’arte dei ciabattini veneziani alle influenze dell’Art Nouveau francese, fino a giungere ai giorni nostri. Cos’è cambiato? Tutto! È una provocazione, sia chiaro, ma sicuramente una cosa su tutte è cambiata: i materiali utilizzati.

Indovinello: di cosa sono fatte le scarpe O bag ?

Non possiamo parlare di O bag e di scarpe senza parlare delle O shoes, le ciabatte che hanno segnato il primo passo di O bag nel mondo del footwear. Che emozione! E indovina quale materiale abbiamo utilizzato? Esatto, l’XL EXTRALIGHT®, lo stesso utilizzato per le borse O bag: flessibile, resistente, morbidissimo. Inutile dirlo, queste scarpe sono state create per la stagione più bella dell’anno, l’estate, e non c’è modo più comodo e colorato per affrontare le giornate di ozio sul lungomare o gli aperitivi in piscina. Le O slipper sono, se possibile, ancora più versatili, per cui anche nel caso di maltempo ci penseranno loro a portare il sole. La storia della scarpa continua a evolversi e cambiare dunque, un po’ come noi, ma lentamente, un passo alla volta. Nel frattempo… ci vediamo al mare!